Skip to content

It’s Gancia time!

5 novembre 2008

Presentazione a Milano delle novità Gancia 2008. La storica azienda di Canelli, dopo aver aperto l’anno accogliendo tra gli alti vertici del management il nuovo amministratore delegato, Dr. Paolo Fontana, ha dato il via recentemente ad un’importante operazione di rilancio del proprio marchio e di ricapitalizzazione.

Pinot di Pinot Rosè, nuovo prodotto 2008

Pinot di Pinot Rosè, nuovo prodotto 2008

Ogni occasione è propizia per gustare lo spumante Gancia. Il nuovo claim “It’s Gancia time!” esprime in modo incisivo le intenzioni della proprietà e del management. L’obiettivo è il rilancio del brand a tutto tondo, presentato anche graficamente con un nuovo logo, moderno ed accattivante, sebbene conservi tutti i tratti distintivi della sua classica eleganza.

Dopo un’attenta analisi del posizionamento e degli obiettivi di business, le scelte strategiche del management si sono rivolte verso una maggiore concentrazione sugli spumanti come prodotto “core” del business aziendale. Spiccano tra questi alcuni prodotti innovativi, come ad esempio il nuovissimo Pinot di Pinot Rosè, pensato anche per il momento dell’aperitivo.

Per accompagnare il nuovo posizionamento sui mercati nazionali ed internazionali – e garantire la struttura ed il supporto necessari – è stata definita un’operazione di ricapitalizzazione per circa 10 milioni di euro, interamente garantita dalla proprietà.

Nel 2007 sono state consumate circa 110 milioni di bottiglie di spumante, un valore sostanzialmente stabile, ma si registrano performance differenti in relazione ai segmenti. La crescita maggiore si riscontra per gli spumanti rosè, che mettono a segno un incremento del 39%, sebbene rappresentino ancora un prodotto di nicchia sul totale. Si conferma ottima anche la crescita del prosecco.

Per quanto riguarda i mercati esteri, l’andamento delle vendite degli spumanti presenta interessanti incrementi a due cifre soprattutto nei mercati emergenti, in questo momento rappresentati principalmente da Russia, Corea e Cina. Stime positive anche per la Germania, primo paese importatore di spumanti italiani, USA, UK, Giappone, Svizzera.

Fonte dati: NIELSEN

 

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: