Skip to content

Il Gruppo Italiano Vini starebbe per acquisire lo storico marchio Bolla

10 dicembre 2008

Secondo gli ultimi rumors americani, il Gruppo Italiano Vini (GIV) starebbe per perfezionare l’acquisto dello storico marchio Bolla. La firma prevista entro la fine della settimana.

Lo storico marchio Bolla (www.italianwineshop.it)
Lo storico marchio Bolla

Fondata da Abele Bolla, la prima cantina fu realizzata a Soave, a sud est di Verona nel 1883.  La seconda cantina si deve invece ad Alberto Bolla che, trasferitosi  in Valpolicella, diede inizio negli anni Trenta alla produzione di Recioto e Valpolicella.

In poco più di 100 anni si sono avvicendate quattro generazioni alla guida dell’azienda. Otto anni fa la svolta, con il passaggio di proprietà al gruppo americano Brown-Forman, colosso multinazionale del comparto degli spirits con sede nel Kentucky, proprietario di circa il 40% delle quote già dai primi anni Settanta.

La scelta strategica di Paul Varga, attualmente a capo del gruppo, prevederebbe  la cessione del marchio al fine di concentrare maggiormente le risorse verso i superalcolici, che rappresentano il core business aziendale. Tra i brand più famosi possiamo ricordare Jack Daniel’s, la tequila Herradura, la wodka Finlandia.

Nessuna conferma ufficiale, per ora, da Calmasino di Verona, dove ha sede il quartier generale di GIV.

La produzione attuale di Bolla ammonta a circa 15 milioni di bottiglie, vendute in 70 mercati. E’ stata tra le prime ad esportare Soave e Amarone sui mercati esteri.

Pierluigi Bolla, discendente della famiglia, è oggi a capo del marchio Valdo, leader del distretto del Prosecco: Francesco Bolla si è invece dedicato alla produzione di vino rosso in Toscana a Poggio Verrano.

Il Gruppo Italiano Vini ha raggiunto nel 2007 un risultato di 294 milioni di euro di consolidato e 13 di cash flow,  con 85 milioni di bottiglie vendute, per il 70% all’estero. Se l’operazione si concludesse con esito positivo, il GIV metterebbe a segno un colpo strategicamente importante per rafforzare la sua posizione, sia sul mercato domestico che su quelli internazionali.

Fonte:  Sole 24 Ore del 9 Dic 2008

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: