Skip to content

Crémant Tour – prima puntata

2 giugno 2009

Qualche nota alla scoperta del crémant francese, vino molto interessante e ancora poco conosciuto.

Vino ottenuto secondo il “metodo tradizionale”, o per dirla in altro modo con il “metodo champenoise” (denominazione più classica, ma oggi riservata praticamente solo allo champagne), il crémant subisce di conseguenza una seconda fermentazione in bottiglia, dopo la prima realizzata in cisterne o fusti. Proprio il gas prodotto dalla seconda fermentazione, la famosa “pris de mousse”, dà luogo, mescolandosi al liquido, alle bollicine finissime che sono la principale (e sempre più apprezzata) caratteristica di questi vini.

Esistono crémant di Alsazia, la regione che ha la produzione maggiore, ma anche di Bordeaux (praticamente sconosciuti al confronto dei grandi vini della regione), di Borgogna (ne abbiamo parlato qui, qualche mese fa) della Loira, del Jura e naturalmente di Die e di Limoux, dove sono operanti le più grandi cooperative di produttori, le più presenti nei circuiti della grande distribuzione francese.

In ogni AOC la produzione rispetta regole rigorose, e la stessa definizione di crémant dal 1994 è stata determinata molto rigidamente dall’Unione Europea, come ricorda con ricchezza di dettagli (e non a caso!) anche il glossario presente sul sito internet del grande produttore italiano di vini metodo classico Berlucchi.

Naturalmente, come per lo champagne, il crémant può essere Blanc de blancs, Blanc de noirs, Rosé, a seconda degli uvaggi utilizzati, e le varie produzioni risentono delle richieste del mercato, cosa che ha portato un aumento dei rosé proposti negli ultimi anni; tuttavia l’aspetto di marketing più interessante è sicuramente il rapporto qualità/prezzo, in grado di fare la fortuna di prodotti di buona qualità ed ancora piuttosto poco presenti in Italia. Ad esempio il crémant del Limoux di Georges et Roger Antech, che con la cuvéee “Eugénie”, brut 2006 (70% di chardonnay, 20% chenin e 10% mauzac, un minimo di 18 mesi sui lieviti), propongono, a un prezzo che si aggira intorno ai 10 Euro, un vino dagli intensi aromi floreali, che in bocca presenta (fedele al suo nome) caratteristiche di spiccata cremosità e morbidezza.

English version

Crémant Tour – first episode

A post to discover French crémant, a very interesting and still little known wine.

The crémant is a sparkling wine made with the traditional, or “Champagne method”.

In fact, wine makers use almost the same traditional way as in Champagne. Wine goes through the fermentation process twice. A second fermentation, while the wine is already in its bottle, produces carbon dioxide making the liquid sparkling forming bubbles while sugar transforms into alcohol.

The region that has the higher production is Alsace, but crémant it’s produced in Bordeaux area, Burgundy (we discussed about it here a few months ago) Loire, Jura and of course Die and Limoux, where largest wine makers cooperatives are operating. Most interesting marketing aspect is Quality – Price rapport. For example, the crémant of Limoux by Georges et Roger Antech, cuvéee “Eugénie” Brut 2006 (70% chardonnay, 20% chenin and 10% mauzac), has a price which is more or less 10 Euro the bottle. A great wine, with intense floral aromas and remarkable smoothness.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: