Skip to content

Anteprima Moscato d’Asti e Asti 2011

12 dicembre 2011

2 dicembre 2011,  Anteprima Moscato d’Asti e Asti 2011. Assaggi di un’annata sfaccettata

Anteprima Moscato d'Asti e Asti 2011

E’ sempre un piacere ritrovarsi nell’ampia sala degustazione del castello di Mango (CN), sede dell’Enoteca Regionale “Colline del Moscato”.

Per il terzo anno consecutivo, pochi giorni fa si è tenuta la presentazione dell’“Anteprima Moscato d’Asti D.O.C.G. e Asti D.O.C.G.” con  i vini dell’ultima vendemmia; la manifestazione ha incluso anche momenti di comunicazione rivolti al grande pubblico con degustazioni aperte e un interessante “banco d’assaggio diffuso” nei caffè storici di Torino.

Ho avuto il piacere di partecipare con Monica Pisciella (Wineup) e il Direttore Maurizio Gily alla mattinata di degustazione cieca dedicata a stampa e operatori del settore. La degustazione è stata molto piacevole ed ha riguardato 50 campioni, tra Asti e Moscato d’Asti, rendendo possibile farsi un’idea di quanto l’ultima annata propone. La mia impressione è stata di avere di fronte una produzione con differenze piuttosto significative soprattutto a causa delle particolari condizioni climatiche di estate e autunno 2011, molto caldi e con precipitazioni assai concentrate in brevi periodi e alcune zone. Un’annata sfaccettata e multiforme, insomma, che anche se in presenza di un buon livello medio conosce una certa diversità da un produttore all’altro e soprattutto da un territorio all’altro, seppure sempre nella tradizione del vino dolce italiano più classico.

Anteprima Moscato è stata per me una grande occasione per conoscere meglio questo vitigno e il suo vino, così ricco di profumi del tutto peculiari, dalla degustazione in sé e magari da qualche battuta con i vicini di tavolo. Ancora una volta una delle cose che mi hanno più colpito è stata la professionalità dei sommelier che hanno realizzato il servizio, tecnicamente impeccabili e cordiali, sorridenti e pronti magari ad una battuta di spirito, con la rilassatezza di chi sa esattamente che fare e conosce in modo approfondito cosa sta versando nel calice. Gran cosa poter contare in queste occasioni su una buona organizzazione dal punto di vista tecnico: non solo la manifestazione “riesce meglio”, ma si riesce a degustare nel modo migliore, e quindi cogliere molto di più le diverse caratteristiche di quel che abbiamo nel bicchiere.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: